Affitti studenti Bologna DOWN, Offerta culturale UP!

Affitti studenti Bologna DOWN, Offerta culturale UP!

Bologna si riconferma una delle città con la maggiore e più variegata offerta culturale e ricreativa per i giovani fuori sede che tuttavia si dicono insoddisfatti per gli affitti di stanze e appartamenti, sempre più alti.

Questo è quanto emerge dalla ''Ricerca sulla Formazione Universitaria'' stilata da Andrea Cammelli, direttore di Alma Laurea il consorzio universitario che si occupa della promozione dell'incontro tra laureati italiani e aziende per facilitare l'ingresso dei giovani laureati nel mondo del lavoro. Le matricole intervistate si dicono infatti complessivamente insoddisfatte per i costi degli affitti tematica questa che riguarda circa il 60% degli studenti universitari di Bologna.

L'Università delle Due Torri infatti è tra le più ambite a livello regionale e nazionale considerando che ben il 60% dei suoi studenti sono fuori sede. D'altro canto la stessa ricerca ha fatto emergere un'altro dato degno di interesse, ovvero che gli stessi intervistati si dicono d'altro canto 'pienamente soddisfatti per l’offerta culturale, ricreativa e sanitaria della città'.

Se da una parte Bologna quindi si conferma tra le città universitarie con gli affitti meno convenienti d'Italia solo il 29% degli studenti si dice soddisfatto del canone e delle spese complessive per vitto e alloggio, dall'altra la qualità dei servizi, l'offerta culturale e il livello di soddisfazione dei residenti sono invece ai primissimi posti di una ipotetica classifica delle città italiane a misura di studente.

Per gli affitti c'è infatti solo una città che performa addirittura peggio di Bologna, parliamo di Roma; al contrario invece tra le città in pole position per convenienza dei canoni ed abbordabilità delle spese vediamo un'altra sede emiliana, Cesena dove circa il 70% degli studenti si dice complessivamente soddifatto per le spese per gli alloggi in affitto.

Tuttavia Bologna, secondo quanto emerso dall'indagine Alma Laurea, resta una delle città con maggiore attrattiva anche per la questione occupazione laureati; dallo studio emerge infatti un dato degno di nota: a cinque anni dalla laurea ben l'86% dei laureati ha trovato lavoro. Questa percentuale risulta ancor più significativa se confrontata con i dati della media generale italiana dove la percentuale relativa all'occupazione del laureati scende invece all'83%.

 

(Fonte dati: Il Resto del Carlino)

Lascia un commento