Concorso di Fotografia 2013: CALL FOR PICTURES!

Concorso di Fotografia 2013: CALL FOR PICTURES!

Call for Pictures è un concorso di fotografia organizzato da 'Laboratorio unoauno', associazione culturale che nasce dalla volontà di architetti, studenti ed esperti del settore di condividere le proprie esperienze per ottenere la diffusione della cultura architettonica contemporanea e per indagare al meglio il rapporto che c’è tra l’architettura e l’uomo.  Per comprendere la filosofia del progetto abbiamo incontrato il Presidente dell’associazione Alberto Calderoni e Pasquale Paruolo, uno dei soci fondatori.

1. Innanzitutto: come nasce il progetto "CALL FOR PICTURES"?  Si tratta di uno delle iniziative attivate da Laboratorio unoauno di Napoli, l'associazione culturale che, attraverso lo scambio di idee, conoscenze ed esperienze tra le più disparate, mira ad indagare approfonditamente il dialogo tra l’architettura e l’uomo. L’obiettivo del progetto è quello di 'disegnare' attraverso una serie di immagini un quadro complesso dell’abitare e del vivere quotidiano, il concorso in questo caso mira ad approfondire il concetto di ‘necessario’.

2. Se doveste partecipare al concorso, cosa ispirerebbe la vostra vena di fotografo? In effetti siamo realmente intenzionati a partecipare al progetto. Certamente punteremo sull’adeguatezza della qualità dei singoli elementi. Con questo intendiamo dire che sono le piccole cose, luoghi strettamente personali, che faranno di una foto una vera testimonianza di vita. Un oggetto a prima vista banale che rientra nella quotidianità, come ad esempio uno sgabello, una maniglia, un indumento o un quadro possono far rivivere ricordi, evocare sensazioni ed addirittura profumi. L’oggetto dunque stabilisce un profondo rapporto empatico con la persona. Questo è lo scopo finale: Trovare quel luogo, quell’elemento che crei un vero e proprio fil rouge con il concetto di ‘necessario’.

3. StanzaZoo si rivolge ai giovani fuori sede italiani in cerca di casa, potreste indicare una dimensione di necessità per la generazione contemporanea?

Sicuramente la necessità di mantenere consapevolezza delle proprie radici. Spesso infatti, le nuove generazioni tendono a confrontarsi con diverse realtà e ad avere un gran numero di interessi senza approfondirli. Questo probabilmente dipende proprio dal fatto che non si possiede più, in certi casi, un ‘sentirsi parte di’ che è fondamentale per sviluppare passione e coinvolgimento.

4. A vostro parere quali sono le 3 caratteristiche che dovranno avere le fotografie dei finalisti?

A: "Sinceritá, appropriatezza, ironia: ottenere attraverso la naturalezza e la sincerità un’immagine che possa esprimere la propria idea di VITA. Tutto questo non senza aggiungere un pizzico di ironia".

P: "Colore, ordine, riflessione: attraverso questi elementi riuscire a produrre un’ immagine che dia senso di vivacità ma allo stesso tempo di tranquillità ed ‘interiorità’".

Il concorso prevede una raccolta di immagini a colori il cui scopo finale sarà di comporre un quadro derivante dalle diverse e personali interpretazioni dei singoli partecipanti ed ottenere così ‘definizioni’ di tutti quegli elementi necessari al vivere quotidiano. Le fotografie, inviate entro e non oltre il 15 maggio, dovranno essere due:

fotografia #1: l’existenzmaximum: fotografia di uno spazio adeguato per la propria vita.

fotografia #2: il necessario: fotografia di un oggetto fondamentale per il proprio benessere quotidiano.

Maggiori info: bando di concorso e pagina FB 

Lascia un commento