Detrazione 730: spese affitto degli universitari fuori sede

Detrazione 730: spese affitto degli universitari fuori sede
sabato, 13 lug 2013

Negli ultimi mesi molti utenti di StanzaZoo ci hanno chiesto indicazioni sulla modalitá con cui è possibile detrarre le spese sostenute per il pagamento dell’affitto per gli studenti universitari fuori sede. Intanto bisogna dire che questa tipologia di detrazioni sono distinte rispetto alle cosidette "spese di istruzione" attraverso cui é possibile invece detrarre le spese per l’immatricolazione universitaria. Nello specifico le spese sostenute per l’affitto di una stanza o di un appartamento fuori sede possono avvantaggiarsi di una detrazione IRPEF del 19% fino ad un massimo di  2.633 euro sul totale dell’affitto effettivamente giá versato al momento della dichiarazione.

La dichiarazione attraverso 730 delle spese dell’affitto universitari fuori sede va inserita nel rigo E17 sotto la dicitura Altri oneri. Secondo l’art. 15 del TUIR gli studenti universitari regolarmente iscritti all’Universitá hanno la possibilitá di detrarre il 19% dall’imposta IRPEF lorda, dei canoni di locazione derivanti da contratti di locazione ai sensi della Legge 431, 9 dicembre 1998 oppure i cosidetti “contratti di ospitalitá” offerti dagli enti per il diritto allo studio, atenei, collegi universitari riconosciuti senza fini di lucro e cooperative.

Ma come viene riconosciuta la condizione di studente fuori sede? In pratica si é conisiderati studenti fuori sede dalla normative vigente se l’Universitá alla quale si é iscritti é ubicata ad almeno 100 km di distanza ed in una provincia diversa  dal comune di residenza dello studente, oppure in uno degli Stati membri dell’Unione europea.

Nel modello 730, relativo ai redditi percepiti ed alle spese sostenute nell’anno in questione, la detrazione del 19% va inserita nel quadro E ai righi E17, E18 e E19 "Altre spese" dove bisogna indicare le voci contraddistinte dai codici da 17 a 34 per le quali spetta la detrazione d’imposta; il codice relativo alle spese per gli studenti fuori sede è il numero 18.

Attenzione ad alcuni dettagli, intanto bisogna tenere presente che l’agevolazione é stata messa a disposizione per chi é intestatario di un contratto di affitto riconosciuto, tra questi il subaffitto non é purtroppo detraibile come chiarito dalla circolare n. 21/E del 2010.

La detrazione spetta invece anche se le spese sono state sostenute per i familiari fiscalmente a carico. Quindi se il padre dello studente intesta su sé stesso il contratto di locazione del figlio universitario, può fruire della detrazione purchè, ovviamente, il figlio si trovi nella condizione di studente fuori sede a tutti gli effetti.

Si tratta di una misura interessante per arginare l’overtassazione imperante di questi anni ed offrire un supporto alle famiglie con fuori sede a carico o per giovani studenti-lavoratori; certamente offre un’ulteriore buon motivo per spingere a registrare regolarmente il contratto di affitto ed evitare sempre il piú possibile il nero.

Lascia un commento


Articoli che potrebbero interessarti

Foto di interni consigli pratici. Nel 2014 la nostra sensibilità visiva è centrale per qualsiasi contenuto ci toviamo a fruire e questo vale anche per…
Per studenti e stagisti fuori sede trovare casa a Milano puo’ risultare essere una vera e propria impresa, se state pensando di trasferirvi in quella che da…
Finalmente una buona notizia sul fronte degli affitti di stanze ed appartamenti: negli ultimi sei mesi si sono registrati canoni più bassi in quasi tutte…
Bando di Concorso Alloggi a Milano: mini-alloggi per under 30 a 300 euro al mese in cambio 10 ore di…
Su StanzaZoo abbiamo registrato un aumento significativo di annunci di appartamenti e piccoli monolocali in affitto per il breve periodo nelle aree immediatamente a ridosso dei…
Nuovo piano casa per il governo Renzi: la cedolare secca viene ridotta al 10% per chi sceglie un affitto concordato. Il decreto è stato ufficializzato dalla…
http://www.stanzazoo.com