Fuori sede per caso a Torino |#1 L'Intro

Fuori sede per caso a Torino |#1 L'Intro

Dicono che non si scorda mai il primo amore. Non si scorda mai neppure il giorno in cui si decide di diventare un fuori sede. Ripensando a quello spaventosissimo periodo di perlustrazione, fatto di un milione di punti di domanda, della preoccupazione di trovare affitti (come si cerca una stanza in affitto a Torino? Dove la posso cercare? Quali i siti più efficaci? Ci sono luoghi più convenienti?...insomma, dove sbattere la testa?!) e del disorientamento totale verso un luogo che in fondo non si è mai visto se non in cartolina, ecco creata per l’occasione una piccola, ma si spera utile, guida per i quartieri principali di Torino.

Considerando che i fuori sede si concentrano più che altro in due macro zone, facciamo la prima distinzione: Torino centro vs zona San Paolo- Crocetta. Al centro riverseranno tutti gli studenti di materie umanistiche (grande categoria che va dallo studente di lettere a quello di giurisprudenza, mettendo in mezzo psicologia, lingue, tutte le scienze politiche-della comunicazione-della formazione-dell'educazione che possano venire in mente). Ma il centro di Torino non è uno spazio liquidabile in pochi passi: spesso capita che “abitare al centro” non significhi che tu possa girare l'angolo per raggiungere un tuo amico. Per raggiungere il tuo amico che abita come te “al centro”, potrebbe occorrere l'aiuto di un autobus. Il centro di Torino non è come quello di altre città studentesche, vedi Bologna, che puoi sperare di percorrere interamente nel giro di un quarto d'ora.

Il centro di Torino non è un unico centro e spesso e volentieri si è costretti a calcolare una mezzoretta da un posto centrale ad un altro ugualmente centrale. Individuiamo così già tre zone all'interno di questo spazio: il Quadrilatero Romano, San Salvario, Zona Vanchiglia. Tre piccoli quartieri, che più in là vedremo possiedono ciascuno le proprie peculiarità, i propri punti di forza e anche caratteristiche poco piacevoli (dipende dai punti di vista).

E dall'altra? Dall'altra c'è la “Zona Politecnico”. Ingegneri di tutta Italia riuniti in un quartiere un po' marginale rispetto al centro, ma che è sicuramente meta di arrivo per un numero incredibile di fuori sede. Il Politecnico ha fatto molto in questo senso, persino pilotando i mezzi pubblici per rendere un quartiere più che altro residenziale, il più collegato possibile al resto del mondo torinese. La grossa affluenza di fuori sede che sono in continua ricerca di stanze vicine al luogo di studio, rende importante aprire una parentesi più che ampia su questa zona di Torino.

A breve i primi capitoli da “fuori sede per caso a Torino”, con gli approfondimenti utili alla ricerca della zona ideale in cui abitare!

Lascia un commento