Il padrone di casa di merda, se lo riconosci lo eviti!

Il padrone di casa di merda, se lo riconosci lo eviti!

Eccolo, ‘camminerebbe sui carboni ardenti, scalerebbe il K2, sacrificherebbe l'anima al diavolo, attraverserebbe il mediterraneo a bordo di una zattera, venderebbe un rene al mercato nero degli organi, rinuncerebbe a veder nascere il proprio primogenito, pur di non mancare all'appuntamento mensile per la riscossione dell'affitto’. Il padrone di casa di merda non ha eguali, a lui si possono attribuire tutti i difetti del mondo, ma i più reali e infami gli vengono appioppati solo da chi lo conosce molto bene: l’affittuario medio.

Con un esilarante mix di testimonianze e foto, il sito e la pagina Facebook Il padrone di casa di merda-pdcdm, nata lo scorso gennaio con lo scopo di condividere esperienze e imparare a conoscere la figura del pdcdm, la piaga sociale dell'affittuario medio, raccoglie in forma di mini post gli aneddoti di migliaia di giovani inquilini.

Giorno dopo giorno, post dopo post, si delinea così la figura del pdcdm, difficile da capire nelle sue mille, improbabili ed avvilenti sfaccettature, a quale tutti, se potessero, eviterebbero di dare i propri soldi e che chiunque terrebbe alla larga risparmiandosi volentieri il trauma di scambiarci due parole. 

Perché solo un padrone di casa di merda può chiedere al suo inquilino che è in compagnia della sua ragazza: 'Se non fate tardi mandala al mio indirizzo', o se non ha il resto di 20 euro dei soldi dell’affitto, proporti di rendertelo omaggiandoti di 20 euro di fumo. O al contrario, se ce l’ha, restituirtelo rigorosamente con pezzi da 1-2-5 centesimi.
 
Ecco a titolo d'esempio alcune chicche del pdcdm, in questo modo, se lo riconosci lo eviti:
«Il pdcdm dopo aver ripetutamente cercato di aggiustare la lavatrice, senza alcun risultato soddisfacente esclama: 'qui ci vuole calma, lo sapete? Con calma e vaselina l'elefante si incula la gallina'». Un'esperienza delle ragazze di Movida Perugia.
 
«Il pdcdm mette annunci d’affitto su internet, in cui dice di voler selezionare coppie, effettuando ''test'' via skype». 
 
«Il pdcdm manda per sbaglio alle inquiline i messaggi indirizzati alle amanti, che generalmente contengono frasi come: ''adesso non ti posso chiamare, c'è mia moglie''» 
 
«Il pdcdm ti affitta la stanza a settembre. A maggio ti ordina di liberarla per tre giorni, per il raduno nazionale degli alpini a cui aveva promesso ospitalità».        

Lascia un commento