IO NUN TE PAGO: mobilitazione conto l'aumento ATAC, Roma

IO NUN TE PAGO: mobilitazione conto l'aumento ATAC, Roma

Il piano ATAC che prevede l'aumento del biglietto della corsa dei mezzi pubblici urbani di Roma da 1€ ad 1,50€ è andato avanti  e venerdì prossimo 25 maggio avrà luogo la mobilitazione pubblica di movimenti e cittadini romani che si incontreranno proprio sotto la sede dell'azienda in Via Prenestina 45 per chiedere il ritiro del piano appena varato.

Il piano oltretutto non si limita all'aumento del biglietto ma prevede anche la ''cancellazione degli abbonamenti mensili, diminuzione delle agevolazioni per anziani, disoccupati e invalidi".

I romani non ci stanno e fanno giustamente sentire la loro voce nei confronti di un'azienda che mette in atto queste misure impopolari fondamentalmente per ripagare un indebitamento di quasi 400 milioni di euro causati da una azzardata gestione dell'organizzazione, tra cui la insensata diffusione di stipendi a cinque zeri di molti manager aziendali. Oltre all'aumento pesano sul fronte ATAC anche le alte possibilità di tagli al personale non manageriale, i comuni impiegati insomma.

Sul blog realizzato per portare avanti la protesta Nonvipaghiamo.noblogs.org in poche righe viene ben sintetizzato il fine stesso della mobilitazione:

''Vogliamo il ritiro del piano aziendale e il blocco dei licenziamenti. Vogliamo fermare la privatizzazione di ATAC. Vogliamo un trasporto pubblico per tutti e tutte, sia di giorno che di notte, che costi poco (o perché no che sia gratuito), che assicuri i diritti dei lavoratori, che renda lo spostamento in città non uno stress o un privilegio per alcuni, ma un servizio garantito ed efficiente.''
 

Venerdì  25 maggio tutti in Via Prenestina 45, ore 13. IO NUN TE PAGO!

 

Lascia un commento