Milano Manga Festival 2013| Otaku e Giappone mania

Milano Manga Festival 2013| Otaku e Giappone mania

Giappone mania, forse chi segue lingue a Milano sa di cosa parlo. Avete mai osservato certi gruppi del corso di Giapponese? Se sì,avrete sentito parole come sempai, baka, shonen, moe, kawaii: esercizi in lingua? Non proprio, visto che conversazioni simili possono capitare tra quelli di lettere, fisica, comunicazione, belle arti, medicina... tutti reduci da un Erasmus a Tokyo? No, semplicemente si tratta di otaku: coloro che grazie ad anime, manga e videogiochi hanno fatto del Giappone un vero e proprio cult.

Molto diffusi tra gli universitari, spesso fuori sede a Milano, gli otaku degli anni '90 sono nati grazie a riviste come Japan Magazine e guardando ogni martedì sera l'anime night di MTV, che ci ha dato grandi serie come Slam Dunk, Evangelion, GTO, Nana, Inuyasha, Sayuki, Full Metal Panic ecc. Dalla tv allo streaming, oggi i fan guardano le puntate online e alcuni diventano subber ossia traducono e sottotitolano gli episodi dal giapponese con grande abilità. Ma per i fuori sede a Milano l'avventura non finisce nel web, anzi la città è una sorta di mecca per gli otaku. Grazie alla sushi mania tutta milanese che permette di mangiare nigiri e maki ovunque, le grandi fumetterie come La Borsa del Fumetto e la Yamato Shop sempre fornitissime di manga e dvd, negozi come Muji o in viale Sarpi dove comprare Bento e vari accessori "pucciosi" stile japan e luoghi come le Colonne dove girare in libertà con look da gothic lolita.

E soprattutto, si sa, per i grandi eventi milanesi. Se anche tu non ti perdi una puntata di Naruto e sei affetto da grave giappone mania, oltre a fare cosplay a Fumettopoli, non perdere il Milano Manga Festival allo spazio Wow fino al 21 luglio. In assoluto la prima mostra che attesta il manga come autentico fenomeno culturale, presenti grandi autori come Y. Sadamoto (Evangelion) e mostre dedicate a successi come Capitan Tsubasa, il 7/07 inoltre non mancate alla festa di Tanabata, diventata celebre grazie al manga Nana, dove esprimere i vostri desideri appendendoli alla tipica pianta di bambù.

Che un'opera di fantasia possa creare uno stile di vita può sembrare insolito, ma non è così. Basta pensare ai miti creati da fumetti e film nel corso degli anni, come l'idillio del Far West grazie al Cowboy buono Tex Willer o la passione febbrile per la fantascienza creata dalla saga Star Wars. Diamo il benvenuto dunque al cambio generazionale, felici che non manchi mai la voglia di sognare un po' che sia tra le stelle o tra sakura in fiore.

Lascia un commento