Sospensione Mutuo 2012

Sospensione Mutuo 2012

Per tutti coloro che hanno stipulato un mutuo per l'acquisto della prima casa e che si stanno trovando in gravi difficoltà a causa della crisi l'ABI, Associazione Bancaria Italiana ha stipulato un accordo con tredici Associazioni di Consumatori per prorogare il termine della moratoria dei mutui sulle prime case.

La scadenza del programma che rientra nel cosiddetto “Piano Famiglie” è stata posticipata al 21 luglio 2012 ultimo giorno utile per la consegna della domanda di partecipazione al Bando di Concorso.  Ma in cosa consiste esattamente e chi sono i beneficiari?

La moratoria da la possibilità di sospendere il pagamento della rata del mutuo e di trasformarlo in un affitto calmierato e temporaneo per la durata di un anno. Queste iniziative fanno parte del programma nazionale sulla casa, che si rivolge soprattutto alle giovani coppie in difficoltà, ai coniugi separati, a chi ha vissuto eventi gravi ed economicamente rilevanti negli ultimi anni.

Possono beneficiare della misura coloro che stanno rimborsando un mutuo prima casa di importo fino a 150mila, che abbiano un reddito imponibile non superiore ai 40mila euro e che nell’ultimo anno abbiano subito eventi particolarmente negativi (morte, perdita dell’occupazione, insorgenza di condizioni di non autosufficienza, ingresso in cassa integrazione).

Per non rischiare sanzioni e pignoramenti, è bene, dunque, correre ai ripari prima di incappare in spiacevoli conseguenze, oltretutto il pignoramento non conviene non solo al mutuatario ma neanche al creditore che è poi costretto a sostenere costi per recuperare la liquidità agendo sull’ipoteca e vendendo la casa all’asta (che in periodi di magra tende al ribasso).

Alcune Precisazioni sulla Sospensione del Mutuo, Piano Famiglie:

  • Si, Sono inclusi i mutui con ritardi nei pagamenti.
  • La domanda può essere ritirata presso la propria banca purche questa abbia aderito al Programma Abi.
  • Gli eventi che consentono di presentare la domanda di sospensione sono: la perdita dell’occupazione, la morte o l’insorgenza di condizioni di non autosufficienza, l’inizio della cassa integrazione
  • Il cliente deve presentare alla banca la documentazione ufficiale per fare domanda e tutte le certificazioni che attestino i requisiti per la richiesta di sospensione.(es. lettera di licenziamento, certificato di morte, documentazione comprovante l’ultimo reddito imponibile dichiarato degli intestatari del mutuo).
  • Gli eventi sfavorevoli devono essersi verificati tra 1 gennaio 2009 al 31 dicembre 2010.
  • La banca attiva la sospensione entro 45 giorni lavorativi dalla presentazione della domanda e ufficializza la mancata accettazione della domanda entro 15 giorni lavorativi dalla presentazione della stessa.
  • Si, durante la sospensione della domanda si maturano gli interessi contrattuali accordati che possono essere rimborsati sia durante l'anno di sospensione che a seguito della sospensione quando si riprenderà il pagamento delle rate del mutuo.

Per accertarsi dell'adesione della propria banca al programma ABI, Piano Famiglie controllare l'elenco delle banche aderenti al Piano Famiglie
Qui trovate il testo della comunicazione ufficiale ABI

Lascia un commento