Stanze in affitto: a Milano arriva il canone concordato!

Stanze in affitto: a Milano arriva il canone concordato!

Buone notizie per tutti coloro che hanno intenzione di trasferirsi a Milano e sono quindi in procinto di mettersi alla ricerca di una stanza in affitto all’interno di un appartamento in condivisione.

Da questa settimana saranno a disposizione degli universitari milanesi sia contratti a canone concordato che la 'Easy MI' una student card per vivere i servizi di Milano a prezzi ridotti (librerie, mostre, ristoranti e bar).

Sono queste le novità a favore degli universitari fuorisede messe in campo dal Comune di Milano per l’anno accademico 2015/2016. In seguito al rinnovo dell'accordo locale sul canone concordato è stato deciso che gli studenti potranno accedere a contratti calmierati di breve/media durata (da un minimo di 6 a un massimo di 36 mesi) anche per singole stanze all'interno di appartamenti condivisi.

Inoltre, il comune ha anche inaugurato un'agenzia sociale per la locazione, gestita dalla Fondazione Welfare ambrosiano che farà da intermediaria con i proprietari e cercherà di spiegare loro i vantaggi di affittare a canoni calmierati, ovvero al 30 al 50 per cento in meno rispetto ai prezzi di mercato.

I proprietari di appartamenti che decideranno di adottare questa formula avranno a disposizione una serie di agevolazioni fiscali, tra cui una netta riduzione dell’IMU e della cedolare secca al 10%.

Cristina Tajani, assessore alle Politiche per il Lavoro di Milano ha commentato ''i 200mila studenti presenti a Milano sono una risorsa per la città, ecco perché teniamo particolarmente a questa iniziativa, che va a sommarsi ad altri servizi dedicati agli universitari, come il progetto Study in Milan dedicato agli stranieri, e l'Agenzia Uni di Milano”.

Di questa vi avevamo parlato tempo fa quando vi raccontavamo che l’intento del comune era quello di dar vita ad un intermediario tra studenti e proprietari che portasse alla creazione di una banca dati qualificata di appartamenti e stanze e alla creazione di un database qualificato di alloggi disponibili.

Lascia un commento