Stanze in affitto a Termoli: con l'estate si trasloca!

Stanze in affitto a Termoli: con l'estate si trasloca!

A Termoli, principale città universitaria del Molise, con l'arrivo della primavera per gli studenti fuori sede inizia il periodo dei traslochi, costretti a lasciare gli appartamenti già presi in affitto sotto esplicita "richiesta" dei proprietari degli appartamenti stessi, desiderosi di affittare gli immobili per la stagione estiva e accaparrarsi gli appetitosi profitti del periodo dell'alta stagione.

Ma cosa avviene esattamente? I proprietari immobiliari fanno cessare i contratti di affitto in essere in modo da poter riaffittare gli appartamenti ai vacanzieri per la stagione estiva e poter richiedere degli affitti stagionali nettamente più alti di quelli normali nel corso dell'anno.

<< Si guadagna di più affittando solo a Luglio a ad Agosto che non nel corso dell'intero anno e se gli studenti fuori sede non sono disposti a pagare di più per l'alta stagione l'unica scelta che abbiamo è chiudere il contratto e riaffittare ai vacanzieri >>.

Agli studenti fuori sede di Termoli viene quindi richiesto di pagare un canone ad esempio per la stanza in affitto in centro a Termoli in molti casi addirittura quadruplicato rispetto al normale oppure, se contrari, di lasciare l'appartamento; e se alcuni giovani sono disposti a "traslocare momentaneamente" approfittando della pausa delle lezioni estive, altri invece incontrano disagi, come i tirocinanti ad esempio, si trovano a dover organizzare un trasloco andata e ritorno in poco tempo e senza preavviso andando in contro a molte spese e situazioni impreviste in cui la ricerca di “un buco in affitto” diventa difficile.

Questo è quanto emerge dalle parole di alcuni studenti fuori sede intervistati: << Viaggiare non se ne parla, dati gli orari dei mezzi... Viaggiare in auto nemmeno; costerebbe troppo. Avevamo pensato di prendere una camera in affitto. Sono settimane che cerchiamo una stanza ma la risposta è sempre la stessa: "preferiamo affittare l’appartamento solo ad agosto”. >>

Intanto i ragazzi si chiedono se questa tendenza generalizzata sia legittima (e legale?) e se i loro interessi non debbano invece essere tutelati da un atteggiamento di protezione e tutela comunale e regionale. Possiamo dire che Termoli ha un atteggiamento anti-universitario? Voi cosa ne pensate?

Lascia un commento