Cedolare secca 2012: ridurre l'affitto fino al 90%?

Cedolare secca 2012: ridurre l'affitto fino al 90%?

L'evasione fiscale sugli immobili è una piaga nazionale che accomuna tutte le città da nord a sud, senza esclusioni e purtroppo i fuori sede lo sanno molto bene. D'altra parte è anche vero che la sovratassazione degli immobili sta mettendo in ginocchio i proprietari e che la situazione al momento non è affatto semplice. Il mercato immobiliare è in crisi come testimoniano i numerosissimi articoli apparsi negli ultimi giorni secondo i quali il mercato sarebbe ritornato ai livelli del 2007, questo è quanto emerso dallo studio di settore dell'Osservatorio Nomisma sul mercato immobiliare.

Tuttavia l'evasione fiscale specie sugli affitti è una triste situazione che è necessario arginare, la maggiori parte di noi si sarà trovato ad avere a che fare con affitti in nero di stanze o di appartamenti e canoni mensili invece decisamente elevati.

Già da metà 2011 è stata varata una soluzione molto pratica per combattere gli affitti in nero, 'la cedolare secca', come spesso accade però nonstante l'ampio dibattito suscitato pochi di noi hanno realmente capito cosa sia e come funzioni in pratica.

Andiamo per gradi, intanto definiamo il cuore della questione. La cedolare secca è un decreto legislativo 23/2011, che permette di risparmiare il 90% di affitto con un contratto di 4+4 anni. Negli ultimi mesi sembre più gente sta facendo ricorso ad essa per regolarizzare la propria situazione contrattuale e beneficiare di una ampia, quasi totale, riduzione dell'affitto.

  • Come funziona la cedolare secca sugli affitti?
    La legge impone tassativamente al proprietario dell'immobile in affitto in nero di registrare un contratto di locazione di 4 anni, rinnovabile per altri 4 anni, ad un prezzo inferiore del 90% al prezzo di mercato”. Questo significa che se l'affittuario in nero decide di denunciare il proprietario furbetto l'importo dell'affitto mensile ad esempio di 400 euro per una stanza singola verrebbe ridotto a poche decine di euro per un periodo di 4 + 4 anni. Miracolo? No, giustizia.
  • Come attivare la porcedura della cedolare secca?
    Dovrete recarvi agli uffici dell’Agenzia delle entrate della vostra città e dimostrare che siete inquilini in nero a questo punto verrà automaticamente registrato il contratto di 4+4 con il nuovo importo. La legge tutela completamente la posizione dell'inquilino, non dovrete entrare in causa o essere sottoposti ad annose pratiche burocratiche, si tratta di un semplice atto d'ufficio attivato una volta che ci si sia accertati delle circostanze.
  • Come dimostrare la sussistenza di un affitto in nero?
    Le modalità principali sono 3: attraverso una ricevuta di pagamento d'affitto, presentando una bolletta intestata a voi, oppure la copia del contratto che però non è mai stato registrato.

Noi crediamo che sia un provvedimento vincente all'atto pratico, purtroppo la situazione dell'evesione in Italia è un problema allarmante alla cui risoluzione dobbiamo concorrere tutti e per farlo dobbiamo atteneci alla legge. Non pensiate di essere dei 'traditori' e non crediate che possano esserci delle ripercussioni. L'accento qui è sul bene comune, sulla legalità, sul nostro diritto a non essere sfruttati e a dire basta all'atteggiamento delinquenziale del nostro Paese. Il cambiamento viene dal basso ed i gesti di ciascuno di noi permettono di renderlo possibile.

Tutte le informazioni ed i moduli ufficiali riguardanti la Cedolare Secca. La procedura è attivabile anche online.

Se avete sperimentato questa soluzione, raccontateci la vostra esperienza qui sotto nei commenti, condividetela con gli utenti StanzaZoo!

Lascia un commento