Consigli per fare amicizia in una nuova città. Anche se non conosci proprio nessuno...

Consigli per fare amicizia in una nuova città. Anche se non conosci proprio nessuno...

L’idea di mettere tutto in valigia e trasferirsi in una nuova città è davvero affascinante. Per chi come noi ha deciso di seguire le opportunità professionali ovunque esse ci portassero il trasferimento ed il ‘vivere altrove’ è ormai un motivo costante della nostra vita. Essere fuorisede dopotutto è una scelta di vita: un trolley con dentro un paio di jeans, due t-shirt ed un portatile è tutto quello che ci serve per adattarci a vivere un po’ ovunque...Costantemente sospesi tra due o più realtà.

Assieme all’entusiasmo del trasferimento ed alle necessità di risolvere aspetti pratici che la vita furisede comporta, c’è chiaramente l’aspetto delle amicizie e del network che preoccupano soprattutto quelli che sono alle prime esperienze e che, in genere, mettono un po’ tutti alla prova. Sia che ci si sposti come studenti universitari che come giovani professionisti, l’ambito universitario e l’ambiente di lavoro saranno i principali luoghi di socializzazione, soprattutto in fase iniziale.

Abbiamo raccolto alcune dritte su come sia possibile crearsi in breve tempo un giro di contatti nella nuova città fuori sede, queste di seguito sono tra tutte quelle maggiormente condivise da chi si è trovato nella situazione di ricreare un giro di amicizie in una nuova città:

Ogni occasione può essere quella buona.

Nella nuova città avrete bisogno dei seguenti: amici, migliore amico/a, un ragazzo e probabilmente un lavoretto. Bene, nonostante oggi sia possibile fare quasi tutto stando a casa tranquillamente seduti davanti al pc, la socializzazione vera accade nelle situazioni in cui c’è interazione. Sarà essenziale partecipare a qualsiasi evento veniate invitati. Ricordatevi che la vostra missione è incontrare gente, fare amicizia. Uscire, incontrare, interagire sarà quindi essenziale.

Chiedi a chi conosci di presentarti i suoi amici.

Benvenuto nell’età adulta, spesso è necessario chiedere esplicitamente a chi conosci di introdurti ai suoi giri: chiedere a quei pochi contatti che hai nella nuova città di presentarti alcuni amici per allargare i tuo giro. Chiedere a famiglia e parenti se hanno contatti nella nuova città, ti sorprenderai di quante nuove persone riuscirai ad incontrare anche solo per una chiccherata ed un caffè.

Iscriviti ad associazioni e gruppi organizzati.

Ad associazioni di beneficenza oppure gruppi di volontariato anche se normalmente non sei proprio una persona che prende parte a certe iniziative: consideralo come un modo per conoscere nuova gente ed integrati meglio con la realtà locale. Un’alternativa può anche essere quella di cercare e partecipare attivamente a gruppi che hanno passioni o interessi simili ai tuoi. Nel caso tu non ne abbia uno in particolare iniziare qualcosa di nuovo è un altro modo interessante per far parte di un gruppo e stringere nuove amicizie: ti sentirai un po’ lost, gli altri si sentiranno altrettanto lost ed avrete un terreno comune per iniziare a parlare di qualcosa e quindi a conoscervi.

Ricerca la comodità, almeno per i primi 6 mesi.

Ti sei trasferito in una nuova città, tutto ti apparirà strano e poco familiare per i primi tempi. Anche le cose più banali ti saranno adesso sconosciute... cose tipo dove si trova il supermercato più economico, la posta, la banca, quali sono le zone da evitare oppure quelle cool dove uscire la sera. Non conoscerai le scorciatoie, spesso ti capiterà di perderti e di fare due volte lo stesso giro. E’ per questo motivo che, anziché aggiungere stress al trasferimento è consigliabile almeno all’inizio stare in qualche zona centrale e comoda. Ovviamente il concetto di comodità assume un significato molto diverso a seconda delle persone, per alcuni ad esempio significa stare un una zona abbastanza centrale, in un quartiere notoriamente sicuro e ben servito in modo da potersi sentire liberi di esplorare i dintorni. Per altri può invece voler dire poter vivere per un periodo a casa di amici o parenti alla larga che possano ad esempio darci dritte su dove andare, come fare e consigli local su come godere al meglio della città e del quartiere.

Concediti almeno un anno per poter valutare la nuova città.

Ti capiterà di pensare ‘Non va bene, credo di aver fatto la scelta sbagliata!' oppure ancor peggio ‘Me ne voglio andare, tutto questo non fa per me!’ te lo assicuriamo, prima o poi accadrà e quando ti sentirai stanco o sfiduciato ricordati che sei ancora in un periodo di transizione. Trasferirsi è dura e non riuscirai ad avere una visione chiara prima che sia trascorso almeno un anno, quindi non prendere decisioni affrettate e datti tempo.

Ed infine, non dimenticare i vecchi amici...

Tu sei quello che se ne è andato. E' sicuramente più facile per te in quanto avrai nuove avventure che ti aspettano, cose da scoprire, nuove amizie e strade da esplorare. Per chi lascerai dietro sarà spesso più difficile perché metre tu ti tufferai in una nuova avventura i tuo amici di sempre saranno ancorati alle stesse routine e probabilmente sentiranno la tua mancanza. Non dimenticarti di loro. Sforzati di restare in contatto e quando rientrerai ricordati di passare a salutarli. All'inizio non sarà facile perché le vostre storie avranno preso strade diverse, non avrete la stessa empatia per i fatti quotidiani ma presto i vostri rapporti troveranno nuovi equilibri.

Hai altri consigli da aggiungere? Condividi con tutti noi le tue dritte nei commenti qui sotto...

Lascia un commento